Non siamo abituati ad utilizzare i feedback

by Andrea Dottor 17 July 2012 22:59

E' proprio vero "non siamo abituati ad utilizzare i feedback", ed aggiungerei anche un "soprattutto noi italiani...".

Ho alcune applicazioni nel marketplace Windows Phone ed Android ed ho notato che sebbene i download salgano parecchio di numero, i feedback presenti siano irrisori o nulli.
Parlando con chi ha applicazioni ben più diffuse/conosciute delle mie, vengo addirittura a sapere che la "problematica" è soprattutto nostra. Al di fuori dell'Italia il numero di commenti sale di parecchio, come è giusto che sia.

Forse non capiamo l'importanza dei feedback. Ed ammetto che facevo parte del gruppo pure io.

Per uno sviluppatore è importante sapere in quale direzione far crescere la propria applicazione. E' utile sapere quali funzionalità manchino, e quali siano da implementare in modo migliore...per non parlare anche di quali funzionalità presentino problemi e quindi vadano migliorate. I feedback sono importanti!

Per un utente è utile capire la qualità dell'app, sapere se chi la sta utilizzando la consiglia oppure no...conoscerne pro e contro, e anche confrontarsi con altri utenti. I feedback sono importanti!

Sono il primo a non avere quest'abitudine, ma la lezione l'ho imparate in prima persona.
Inizierò a dare più feedback, e spero di riuscire a coninvolgere più persone in questa buona abitudine. Spesso non ci pensiamo, prendiamo la cosa alla leggera, e non diamo la corretta importanza ad un'azione tanto semplice.

Tags: ,

Internet | Sfoghi | Tempo libero

Metodologie…queste sconosciute

by Andrea 14 June 2010 07:45

Leggo i post di LuKa e rimango sempre affascinato, o forse sconvolto.

Vedere che esistono aziende dove si riesce a migliorare il modo con qui vengono applicate metodologie, vuol dire al tempo stesso che esistono aziende che le applicano. (estremizzo)
Lo so bene che ci sono, e non sono poche, ma forse c'è poca pubblicità a riguardo del vantaggio che queste azienda traggono nell'applicarle.

Lavoro nel mondo dell'IT da diversi anni, e in nessuna azienda (da dipendente) ho mai trovato applicata una metodologia (ne agile, ne con altro nome). In alcune aziende si vive con il bello e cattivo tempo del titolare, in altre sono i commerciali a gestire tutto, in altre invece comandano i clienti.

C'è sempre stata la voglia di cambiare queste cose, di far capire l'importanza di una metodologia (indipendetemente da quale essa sia), ma si finisce solo con l'avere buone intenzioni e nessun (o scarso) risultato.
Trovo che l'unica cosa possibile in questi casi, sia l'applicare il più possibile alcune regole di queste metodologie tra i/alcuni membri del team...ma sappiamo bene che questo porta a ben poco.
E allora che fare? Come comportarsi? (Spero davvero di riuscire a darmi una risposta)

Gli stessi pensieri gli ho avuti anche venerdì, durante il meeting di XeDotNet tenuto da Davide a riguardo di Scrum, dove  mi sono ritrovato più volte con il pensiero di quanto fosse difficile/impossible portare questa metodologia all'interno dell'azienda nella quale lavoro... educare alcuni clienti, ma sopratutto i capi, non è  proprio così semplice come si crede.

Fortunatamente vivo una parte della mia vita da libero professionista, il che mi permette di vedere realtà ben differenti, con il grosso vantaggio di poter applicare queste tecniche con i miei clienti, e vederne/capirne i benefici direttamente in prima persona.

Tags:

Sfoghi | Pensieri

Charles Darwin e l'essere agili

by andrea 15 May 2009 02:02
Charles Darwin  

Non è la più forte delle specie che sopravvive,
né la più intelligente,
ma quella più reattiva ai cambiamenti.

- Charles Darwin -

 

Technorati Tags: ,

Tags:

Sfoghi | Pensieri | +1

Community is?

by Andrea 22 March 2009 17:19

Community is

E’ proprio vero...coltivare una community è un pò come coltivare una pianta:

  • le si deve prestare attenzione
  • ci si deve ricordare di alimentarla in modo da farla crescere, ma al tempo stesso, in modo che non appassisca
  • ognuno la deve sentire sua, e collaborare alla sua crescita

e se si applica (anche solo) un minimo di questi punti, sicuramente la pianta (la community) ricambierà dando mille soddisdazioni, che cresceranno di giorno in giorno.

 

Da dove nasce il tutto?
Quello che vedete in foto è un gadget che ho preso allo stand degli MVP al Tech-Ed di Barcellona, e che poco tempo fa mi è ricapitato in mano, e ho deciso di vedere cosa fosse una community.

Ho seminato, le ho dato regolarmente da bere, ed ecco che dopo pochi giorni ho avuto la risposta. La Community è Attenzione, Impegno, Amicizia, e tanta voglia di condividere.

Technorati Tags: ,

Tags: ,

XeDotNet | Tempo libero | Microsoft | Generale | Sfoghi

It is my blog

by andrea 06 February 2009 08:17

Ecco un post di Ayende che apre le porte a mille pensieri:

Newsflash to commentors: it is my blog

Possibile che una persona non sia libera di scrivere ciò che vuole nel SUO blog?

Abbiamo già visto la stessa situazione ripertersi in "altri blog", e ogni volta mi rifaccio sempre le stesse domande: ma perchè invece di commentare/criticare non cancellate il feed? Perchè vi lamentate così tanto? Vi piace solo fare polemica?!

Il blog è uno spazio personale, ma spesso mi pare che non sia proprio così. Chi scrive deve stare attento di non irritare i propri lettori. Ma ti par possibile?! Ma allora il blog di chi è? Di chi legge o di chi ci scrive?

Boh. Capisco bene che a volte leggiamo post che sono totalmente discordandi con il nostro pensiero, o che lanciano una critica su cui non concordiamo, ma non per questo dobbiamo saltargli addosso.
La cosa che mi piace del blog, è la possibilità di scrivere i MIEI pensieri e gli affaracci MIEI...e (ovviamente) di confrontarmi con chi mi segue, scambiare idee e fare community...ma credo siamo in pochi a pensarla davvero così.

Technorati Tags: ,

Tags:

Sfoghi | +1

E anche questa è andata...

by Andrea 11 October 2007 23:10

Me lo devo segnare a caratteri cubitali:

SE POSSIBILE, EVITARE DI TENERE UN WEBCAST ED UN MEETING NELLA STESSA GIORNATA

e pernsare che qualcuno mi aveva chiesto "ma sei sicuro di farcela?", e io, sapendo che l'argomento era più o meno la stesso gli ho risposto con un tranquillo si.

Risultato?

Ne è uscito un webcast ed un meeting che sono venuti bene, ma fisicamente sono a pezzi. E' da settimane che lavoro la notte tra documentarmi meglio su alcuni aspetti, preparare slide e preparare codice e più questo giorno si avvicinava e più si riducevano le ore di sonno....credo quasi ci sia una formula matematica che collega il tutto. :D

Vediamo il mio giudizio a riguardo del webcast, e spero che quacuno di voi che lo ha visto mi dia il suo giudizio.
Nei primi minuti mi sono sentito una grande agitazione addosso, e credo sia la paura della prima volta, ma passati pochi minuti mi sono sentito tranquillo e credo di essere andato via liscio con tutto. Avevo poi timore per via del tempo, credevo di finire veramente in anticipo, ma a quanto pare i 90 minuti me li sono riempiti grazie anche alle domande giunte.
Quindi mi do un voto che potrebbe essere un 7 scarso. E mi prefiggo di migliorarmi per il prossimo webcast.

Il meeting di questa sera, anche questo è andato bene, se non fosse stato per un imprevisto con un UpdateProgress che in una demo fatta al volo ha deciso di non funzionarmi, e non mi spiego ancora il perché.
Ma devo ammettere che è servito a rompere un pò quello scoglio che c'è tra chi presenta ed il pubblico. Comunque, non glila voglio dar vinta, e voglio assolutamente capire cosa non ha funzionato!!

Non mi dispiacerebbe sapere cosa vi è sembrato a voi, sia del webcast che del meeting....sono proprio curioso, ed ogni critica è ben accetta in quanto può essere un buon motivo per correggersi e migliorarsi.

Ora che la giornata finalmente si è conclusa, vi posso assicurare che passerò una bella settimana lontana da codice e slide e mi dedicherò all'assoluto cazzeggio, più che l' anonima del blog (mi sa che la chiamerò così) non abbia altre idee... ;)

Technorati Tags: , ,

Tags:

Sfoghi | XeDotNet

Risentire una persona...

by Andrea 08 October 2007 19:10

Mi sono reso conto che a volte basta davvero poco per scombussolare il presente.

Quando risenti una persona dopo un'infinità di tempo, il che è una cosa stupenda, ecco che in me compaiono emozioni contrapposte.
La gioia, di riprendere i contatti con una persona che mi ha regalato tanto, che mi ha fatto crescere e che ha contribuito a farmi diventare quel che sono. Perchè non si tratta di una persona qualunque.
E dall'altra, la confusione, creata dal fatto che questo ritorno ha portato anche molte domande a cui non so dare risposta.

Con il tempo, ho imparato a guardare il lato positivo delle cose, e quindi voglio ringraziare di cuore questa persona per il coraggio/voglia che ha avuto nell'essersi fatta sentire, e cercherò di non voler capire troppo tutto il resto...

Technorati Tags: , ,

Per la "anonima" che legge il mio blog:
A volte non basta sapere ciò che si vuole per poter andare avanti sereni, o perchè tutto vada bene. Il sapere ciò che si vuole, aiuta in determinate scelte, ma ci sono fattori esterni (come questo) che possono/riescono a cambiare davvero tante cose (con tutti i pro e contro che ne derivano)... l'importante è essere consapevoli che ogni scelta ha sempre delle conseguenze...

Tags:

Sfoghi

Cosa non vorreste mai perdere?

by Andrea 24 June 2007 22:06

Vi siete mai chiesti: cosa non vorreste mai perdere?

Ebbene io mi sono posto questa domanda proprio oggi quando non sono più riuscito a trovare la mia chiavetta USB da 1GB. Pazzesco, ma mi sono proprio detto "avrei preferrito perdere qualsiasi (o quasi) altra cosa, ma non proprio la chiavetta USB".
Sarà forse che ho preso la stessa malattia di Andrea, ma non trovare più la chiavetta (e tutto il suo contenuto) mi ha messo proprio nel panico!

Fortunatamente questa sera l'ho ritrovata nelle tasche dei pantaloni che avevo l'altro giorno, dove credevo di aver già controllato... non immaginate che sollievo sia stato ritrovarla...
smile_party

E voi, cosa non vorreste mai perdere?

Technorati tags:

Tags:

Pensieri | Sfoghi | Tempo libero

Visual Basic 6 vive ancora

by Andrea 23 November 2006 16:11

Possibile che esista ancora gente con la testa fissa su Visual Basic 6?

Oggi, parlando con un mio amico, vengo a sapere che si è appena iscritto e ha iniziato a frequentare un corso di Visual Basic.
Gli chiedo:

visual basic e basta o visual basic .net?

Ed ecco la sua risposta:

visual basic e basta...
il punto net ha detto che per ora è ancora presto...
per una serie di motivi...
il principale è che è appena uscito e non è ancora molto stabile...
parole sue...
visto che lo usa da 20 anni credo che sappia quel che dice...

Mi chiedo: ma com'è possibile che puntino ancora a fare formazione su vb 6?
Quello che mi da fastidio è che parlino male di .net invece di dire realmente come stanno le cose.
E' appena uscito?! E' pubblico dal 2001 (e dico pubblico).
Non è stabile ?! Siamo alla versione 3 e è usato in moltissime applicazione, e di ogni tipo.

Che dire... sono rimasto davvero senza parole nell'aver sentito tutto ciò e specialmente di come un insegnante faccia pubblicità (negativa) al Framework .NET.

E che dire a chi ha speso 200€ per quel corso?!
Ma gli hanno avvisati che Microsoft non supporterà ancora per molto vb6?

Nel frattempo lo ho invitato a casa mia, così gli mostrerò una parte del mondo .NET, e poi lascio a lui tirare le somme. Credo che fargli vedere come si sviluppa usando il Framework 2.0 (o magari con il 3.0) sia la soluzione migliore per fargli aprire un pò gli occhi.

Tags:

.NET | Sfoghi

Oggi è il mio giorno

by Andrea 21 November 2006 21:11

Avete letto giusto, "oggi è il mio giorno".

Il giorno in cui tutto va per il verso giusto. Il giorno in cui parecchie cose che erano solo speranze si avverano... per voi magri sembrerà una banalità, ma ho finalmente la ADSL a casa mia (e credetemi che è stata un'avventura) e in più oggi mi è stata attivata l'abbonamento MSDN che Davide mi ha regalato.

Per quanto riguarda l'ADSL sono stra felice perchè è da un mese che tartasso quelli della Telecom perchè è dal 26 ottobre che mi hanno allacciato la linea telefonica e non ha MAI funzionato. Ho chiamato molte e molte volte il 187, ma solamente oggi, dopo quasi un mese, un tecnico si è degnato di uscire e risolvere un problema in cabina.

Per quanto riguarda la MSDN, avevano avvisato approsivativamente 4 settimane di attesa per l'attivazione, e sono stati puntualissimi, perchè le 4 settimane sono scadute ieri.

Ecco il perchè di tutta questa mia gioia!!

Per un pò rimarrò ancora tra le nuvole, in questo stato di massima felicità, ma tranquilli che prima o poi ritorno con i piedi a terra.

Ma spero proprio per un poi molto lontano.

Tags:

+1 | Internet | Sfoghi | Tempo libero